Strada Futura, pavimentazione con masselli autobloccanti al posto dell'asfalto
Strada Futura è la rivoluzionaria pavimentazione stradale urbana realizzata con masselli autobloccanti in sostituzione dell’asfalto

Strada Futura è la risposta al sogno di garantire ai propri cittadini strade sempre perfette, anche dopo molti anni e nonostante la continua necessità di effettuare degli scavi per accedere ai sotto servizi.

Infatti, ogni volta che si eseguono dei lavori stradali, accade che le imprese appaltatrici ricoprano lo scavo con una colmata di terra e pietrisco, sulla quale poi riversano del nuovo bitume.

Con il passare del tempo, però, quel rappezzamento sarà destinato a cedere, per il semplice fatto che, invece, si tratta di un intervento provvisorio e non eseguito da ditta specializzata.

Quindi ogni anno, il Comune dovrebbe intervenire per ripristinare il manto stradale in conseguenza di tutti gli scavi eseguiti nel tempo.

Ma ciò sarebbe troppo oneroso per le case comunali. In più, ostacolerebbe frequentemente il traffico e produrrebbe emissioni inquinanti e polveri, destinate a creare disagi anche gravi alla popolazione locale.

La nostra soluzione
Strade sempre perfette, il sogno possibile

Dopo anni di studi condotti in quest’ambito, sono riuscito a trovare l’unica soluzione in grado di garantire strade sempre in perfette condizioni, belle e addirittura più sicure ed ecologiche, senza la necessità di continui e costosi interventi di manutenzione e senza disagi per la circolazione.

La soluzione si chiama STRADA FUTURA ed è l’ideale anche per superare una serie di altre problematiche che ti elenco qui di seguito.

Credici o no, è 100% fattibile, anche se ne hai provate già tante e sei piuttosto disilluso.

Ma, prima di entrare nel merito di questa soluzione, lascia che ti faccia una premessa: desidero mostrarti le disastrose conseguenze del ricorso all’asfalto per la pavimentazione stradale urbana.

Indicato anche con il termine conglomerato bituminoso artificiale, l’asfalto è una miscela di idrocarburi per lo più costituiti da bitume.
Ha origini antiche: nell’area compresa tra il Nilo e l’Indo, Assiri, Sumeri, Babilonesi, Egizi lo usavano per calafatare le navi, impermeabilizzare i tetti o decorare, ma NON per le pavimentazione di strade.

Solo in epoca moderna l’asfalto è stato utilizzato per la costruzione di strade, soprattutto dopo l’avvento dei veicoli a motore. Ma la sua applicazione presenta disastrose conseguenze sulla vita di tutti i cittadini.
Ha un pesante impatto sull’ambiente ed è responsabile della produzione di emissioni nocive e polveri sottili. E causa l’impermeabilizzazione dei terreni.

Diversi studi inoltre confermano che la presenza diffusa di manti bituminosi comporta l’innalzamento generalizzato delle temperature, rendendo le nostre città un vero incubo, specialmente in estate.

Il risultato è la formazione delle cosiddette isole di calore che, creando un senso di irrespirabilità dell’aria, minano la salute dei soggetti più deboli, quali anziani, malati e persone affette da patologie respiratorie.

pozzanghere in città
innalzamento generalizzato delle temperature
Stop all'asfalto
L’asfalto è fonte di inquinamento e di esalazioni tossiche

L’asfalto è fonte di inquinamento in città, specialmente durante l’estate. Lo rivela uno studio realizzato dalle Università di Yale, dalla Carnegie Mellon University e dall’Istituto di Chimica Max Planck e pubblicato su Science Advances.

I ricercatori hanno scoperto che, specie nelle giornate calde, l’asfalto emette il 300% in più di aerosol organico secondario (SOA), una delle componenti delle polveri sottili, in particolare del PM2.5.
Con una esposizione diretta ai raggi solari le emissioni addirittura quadruplicano.

Nonostante lo sviluppo di auto in grado di contenere le emissioni, l’asfalto sarà sempre più una componente inquinante a causa dell’innalzamento delle temperature indotte dai cambiamenti climatici.

La seconda disastrosa conseguenza dell’uso dell’asfalto riguarda la sicurezza stradale urbana.

Il nesso tra l’incidente stradale e la tipologia di pavimentazione stradale ha 3 sfaccettature:

  1. l’aderenza,
  2. il fattore di luminanza,
  3. la continuità.

Un veicolo in marcia produce uno scambio continuo di forze verticali trasversali e longitudinali tra pneumatico e asfalto. L’aderenza consente il controllo della traiettoria e la frenata del veicolo in spazi brevi.

Quando piove eccessivamente, il velo d’acqua che si interpone tra asfalto e la ruota provoca l’aquaplaning e l’elevata velocità riduce la superficie di impronta del pneumatico. Ciò allunga considerevolmente gli spazi di frenata.

La terza conseguenza disastrosa dell’uso dell’asfalto riguarda la sua scarsa durabilità che vede la frequente comparsa di buche, deformazioni, distacchi di materiale e sconnessione dei piani.

Questi problemi si verificano soprattutto a seguito di abbondanti piogge e di ripetute escursioni termiche.

Ciò favorisce la formazione di crepe.

Le precipitazioni piovose comportano un peggioramento ulteriore della situazione in quanto l’acqua si insinua nelle crepe ed esercita una pressione, allargandole.

L’acqua, a causa del continuo passaggio dei veicoli, scava letteralmente la base su cui poggia il manto stradale, aumentando i cedimenti strutturali e quindi favorendo la formazione delle buche. Questo fenomeno è ben visibile durante le precipitazioni, è possibile notare in questi casi pozzanghere di colore marrone per l’elevato contenuto di terra che è emerso per l’effetto erosivo dell’acqua.

La formazione di buche produce inevitabili alti livelli di rischio per la circolazione di automobilisti, perdoni, ciclisti e motociclisti.

Perciò il Comune è costretto ad intervenire molte volte anche durante lo stesso anno, con costi e disagi enormi per i cittadini che subiscono anche un peggioramento della salubrità dell’aria a causa dell’emissione delle polveri sottili prodotte dalle auto che scorrono sulle strade.

rifacimento asfalto
buche stradali
Innovazione Vibrotek
Ma ecco la buona notizia!

Abbiamo messo a punto un sistema di riqualificazione stradale che adotta un’innovativa formula di pavimentazione in linea con gli standard di vivibilità richiesti dalla moderna collettività, in quanto è:

  • ultra resistente
  • eco-compatibile,
  • drenante,
  • esteticamente piacevole,
  • riutilizzabile,
  • in grado di ridurre i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria.
Novità Vibrotek
Perché scegliere STRADA FUTURA

Questa novità rivoluzionaria si chiama STRADA FUTURA ed è la soluzione ideale per la pavimentazione stradale urbana in quanto:

✅ eleva la qualità della vita in città,
✅ riduce drasticamente i problemi di allagamenti,
✅ incrementa la sicurezza stradale soprattutto nelle ore notturne,
✅ è amovibile e riutilizzabile,
✅ è resistente,
✅ costa meno dell’asfalto nel lungo periodo,
✅ non inquina,
✅ non emette polveri tossiche

E’ il risultato della continua attività di ricerca Vibrotek, frutto del costante impegno di specialisti della progettazione di sistemi di pavimentazione avanzata in grado di rivoluzionare le città.

STRADA FUTURA migliora la qualità di vita in città, favorendo l’ambiente e la sicurezza stradale anche in caso di elevati flussi veicolari, contribuendo notevolmente alla qualità estetica architettonica urbana.

Grazie alle specifiche qualità progettuali e alle tipicità tecniche di costruzione, combatte la formazione delle isole di calore nei periodi caldi, elimina il rischio di allagamenti anche in presenza di forti precipitazioni e favorisce il ritorno dell’acqua piovana in falda.

Inoltre abbatte i costi di manutenzione e i disagi dovuti ai continui interventi ai sotto-servizi, grazie ad una speciale tecnica di installazione che ne consente il facile smontaggio e il veloce ripristino, eliminando gli sprechi.

STRADA FUTURA pone fine all’annoso problema delle buche e degli avvallamenti nelle strade urbane grazie ad un sistema di pavimentazione testato in tutto il mondo!